Ferrara

Ferrara in due ore: escursione per strade sicure per visionare la città degli Este 

 

L'escursione parte dalla stazione ferroviaria davanti alla quale inizia la via ciclabile che porta al centro. Si segue il tracciato rettilineo fino a specchiarsi nella facciata della Cattedrale gioiello neogotico del XII secolo. Sulla destra della Cattedrale si prende la piazza del Listone al termine della quale, all'apice destro, si apre via Mazzini sede del ghetto ebraico e dove è situata la Sinagoga sulla cui facciata compare la lapide che ha dato il titolo alla omonima “storia ferrarese” di Giorgio Bassani (“Una lapide in via Mazzini”). Si prosegue per via Saraceno piena di botteghe e piccoli ristoranti per giungere in via Porta San Pietro al termine della quale si apre il varco che dà accesso al vallo sotto le mura.

Scesi nel vallo ci si trova nel punto in cui è nata la città: qui infatti scorreva il ramo principale del Po (che si è prosciugato per il cambio del corso del fiume nel XII secolo) ed ove fu costruito il Castrum bizantino nucleo primo dell'insediamento laico (VII sec.). Si prosegue per la ciclabile del sottomura apprezzando i baluardi ed i sistemi fognari costruiti dal Ducato Estense. Bei prati e molta gente che fa jogging (attenzione!). Dopo circa 5 Km in corrispondenza del semaforo che dà accesso al Parco Urbano Giorgio Bassani si può rientrare nella città passando sotto le mura e prendendo (a sx ) viale Ercole I° d'Este (acciottolato).

Il viale circondato da alti pioppi porta fino al Castello Estense passando di fronte al Palazzo dei Diamanti sede di celebri mostre. Entrate pure con la bicicletta nel castello e ammirate questo edificio nato come maniero e trasformato nei secoli in dimora di una delle corti più splendide d'Europa senza dimenticare di onorare il luogo, lungo il muretto che cinge il fossato, ove nella notte tra il 14 ed il 15 novembre 1943 furono uccisi dai fascisti undici innocenti per rappresaglia all'uccisione del federale della città. Questo episodio ha generato un'altra “storia ferrarese” di Giorgio Bassani ed il film di Florestano Vancini “La lunga notte del '43”.  Da questo punto in 10/15 minuti potete rientrare alla Stazione.

 

Per info: Massimo (ma48miglio@gmail.com)     

Mura Angeli.jpg
33 Castello.JPG